Ufficio di riferimento: Ufficio Tributi ed Economato 

Info e Contatti

IMU - Scadenze

Il versamento in acconto era da effettuarsi entro il 16 giugno u.s. mentre il saldo entro il 16 dicembre 2015.

Per i contribuenti che non avessero effettuato i versamenti entro le date sopra indicate è possibile regolarizzare i pagamenti utilizzando l'istituto del ravvedimento operoso, utilizzando la funzionalità presente sul box a destra "IMU-TASI - Ravvedimento operoso - Stampa modello F24 precompilato"

Novità normative IMU

Come previsto dall'art. 13, comma 2 del DL 201/2011, a partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso.

Aliquote e agevolazioni confermate per l'anno 2015

Nella tabella di seguito riportata si rendono note le aliquote IMU da applicare per l'anno d'imposta 2015.

 

ALIQUOTE TIPOLOGIA

9,50 per mille                      

Aree fabbricabili e fabbricati diversi dalle fattispecie sotto riportate

4,60 per mille                                

Unità immobiliari concesse in comodato d’uso gratuito dal soggetto passivo IMU a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale e relative pertinenze. Si definiscono pertinenze dell'abitazione principale esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

L’applicazione di tale aliquota spetta per una sola unità immobiliare concessa in comodato d’uso gratuito ed è subordinata alla presentazione, pena decadenza del godimento dell’aliquota agevolata, di dichiarazione sostitutiva di notorietà redatta su modulistica predisposta dall’ufficio tributi. Tale dichiarazione avrà validità per gli anni d’imposizione successivi a condizione che permangano i requisiti per il godimento dell’aliquota agevolata.

Le dichiarazioni sostitutive di notorietà relative alle nuove concessioni e di decadenza del requisito dovranno essere presentate entro la scadenza della prima rata IMU, per le concessioni stipulate nel secondo semestre entro la seconda rata IMU.

 


4,60 per mille    

Unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o altri diritti reali da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente che risulta essere locata, a condizione che sia l’unica unità immobiliare posseduta sul territorio nazionale.

L’applicazione di tale aliquota è subordinata alla presentazione, pena decadenza del godimento dell’aliquota agevolata, di dichiarazione sostitutiva di notorietà redatta su modulistica predisposta dall’ufficio tributi con allegata copia del contratto di locazione.

Tale dichiarazione avrà validità per gli anni d’imposizione successivi a condizione che la locazione dell’immobile sia ancora in corso di validità.

Le dichiarazioni sostitutive di notorietà dovranno essere presentate entro la scadenza della prima rata IMU, entro la seconda rata IMU per i contratti di locazione stipulati nel secondo semestre.

4,75 per mille         

Unità immobiliari accatastate nelle categorie catastali A1, A8 e A9 adibite ad abitazione principale e relative pertinenze di queste ultime.

Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

 

 

Immobili equiparati ad abitazione principale

Per l'anno d'imposta 2015 sono equiparate ad abitazione principale le seguenti fattispecie di immobili:

  • l’unità immobiliare posseduta, a titolo di proprietà o di usufrutto, da anziani o disabili che spostano la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’abitazioni non risulti locata. Allo stesso regime dell’abitazione soggiacciono le eventuali pertinenze;
  • l’unità immobiliare posseduta, a titolo di proprietà o di usufrutto, da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato iscritti all’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE, già pensionati nei  rispettivi paesi di residenza, a condizione che l’abitazione non risulti locata o data in comodato d’uso. Allo stesso regime dell’abitazione soggiacciono le eventuali pertinenze.

Dichiarazioni sostitutive di notorietà

Ai sensi dell'articolo 3 comma 4, lettere a) e b)  del Regolamento IMU vigente è prevista l'applicazione dell'aliquota agevolata del 4,60 per mille subordinata, pena decadenza del godimento, alla presentazione di una dichiarazione sostitutiva di notorietà redatta su apposita modulistica predisposta dall'ufficio tributi, reperibile presso lo sportello oppure scaricabile dal sito internet.

I campi di applicazione dell'aliquota agevolata e le modalità per la presentazione delle dichiarazioni sostitutive di notorietà sono descritte nella tabella delle aliquote IMU sopra riportata.

 

Modulistica:

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO D'USO GRATUITO

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA IMMOBILE LOCATO DA ANZIANI RESIDENTI IN CASA DI RIPOSO

 

LE ISTANZE  GIÀ PRESENTATE NEL 2014 HANNO VALIDITÀ PER L’ANNO 2015.

Le pertinenze dell'abitazione principale

Si definiscono pertinenze dell'abitazione principale esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

Nel caso di proprietà di più di un box (categoria catastale C6), o più di un C2 o più di un C7, l'IMU per il secondo box o altra pertinenza deve essere assolta in acconto entro il 16 giugno 2015 calcolando l'IMU con l'aliquota al 9,5 per mille.

CALCOLO IMU ON-LINE

Si informano i contribuenti che possono avvalersi del calcolo IMU on line per i conteggi dell'acconto IMU 2015 e la stampa del modello F24 precompilato cliccando sull'icona sottostante.