Ufficio di riferimento: Ufficio Tributi ed Economato 

Info e Contatti

NOVITA' IMU 2017: ALIQUOTA DEL 7,6 PER MILLE PER I FABBRICATI DI CATEGORIA CATASTALE C1 (NEGOZI E BOTTEGHE)

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/03/2017 sono state deliberate le aliquote IMU a decorrere dal 2017, che sono rimaste invariate rispetto all'anno precedente ad eccezione dell'aliquota agevolata del 7,60 per mille per gli immobili censiti nella categoria catastale C1 aventi i requisiti di seguito specificati:

  • gli immobili devono essere utilizzati esclusivamente per gli esercizi commerciali e artigianali di vicinato aperti al pubblico (articolo 4, comma 1 lettera d) del D.Lgs. 31/03/1998 n. 114);
  • la superficie calpestabile di vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili, deve essere inferiore a mq 250, precisando che non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi (articolo 4, comma 1 lettera c) del D.Lgs. 31/03/1998 n. 114);
  • deve esserci coincidenza tra il possessore e il gestore dell’attività. Nel caso in cui il gestore sia una società, beneficiano dell’aliquota agevolata i possessori che risultano essere soci della società stessa che conduce l’attività;
  • non deve esserci detenzione di apparecchi destinati al gioco d’azzardo (slot machine, etc.);

L’applicazione di tale aliquota è subordinata alla presentazione, pena decadenza del godimento dell’aliquota agevolata, di dichiarazione sostitutiva di notorietà redatta su modulistica predisposta dall’ufficio tributi.

Tale dichiarazione avrà validità per gli anni d’imposizione successivi a condizione che permangano i requisiti per il godimento dell’aliquota agevolata. Per il solo anno 2017 la dichiarazione dovrà essere presentata entro la scadenza della seconda rata IMU. A decorrere dal 1° gennaio 2018 le dichiarazioni dovranno essere presentate entro la scadenza della prima rata IMU, ovvero la seconda rata IMU per le situazioni che si verificano nel secondo semestre.

Dichiarazione sostitutiva per applicazione aliquota 7,6

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA – LEGGE DI STABILITA’ 2016 N. 208/2015 - RIDUZIONI

1. Riduzione della base imponibile del 50 % per gli immobili dati in comodato d’uso gratuito con i seguenti requisiti:

  • unità immobiliari (fatta eccezione per quelle A/1, A/8 e A/9) concesse in comodato dal proprietario ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che le usano come abitazione principale e pertinenze della stessa categoria catastale C2, C6 e C7 e nella misura di una pertinenza per categoria.
  • Il comodante deve essere proprietario di un solo immobile ad uso abitativo che viene concesso in comodato e deve risiedere anagraficamente nello stesso  comune del comodatario ovvero il comodante non deve possedere altri immobili in Italia ad uso abitativo,  ad eccezione della propria abitazione di residenza (non classificata nelle categorie catastali A1, A8 e A9) che deve essere ubicata nello stesso comune dell'immobile concesso in comodato d'uso gratuito.
  • il contratto di  comodato può essere effettuato con le seguenti modalità:
    • redatto in forma scritta: il contratto deve essere registrato all’Agenzia delle entrate entro 20 giorni dalla stipula e comporta un esborso economico di almeno € 232,00. La riduzione della base imponibile decorre dalla data di stipula del contratto;
    • in forma verbale:la riduzione della base imponibile decorre sin dal 1° gennaio 2016 per i contratti di comodato in essere a quella data, purchè il contratto venga registrato all'Agenzia delle Entrate con un versamento di € 200,00 all'agenzia stessa, compilando il modello 69 in duplice copia in cui si dovrà indicare “contratto verbale di comodato”.

clicca qui per scaricare il MODELLO 69

clicca qui per scaricare le istruzioni del MODELLO 69

Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze n. 1/DF del 17/02/2016

 

2. Riduzione dell’imposta del 25 % per gli immobili locati a canone concordato

Per poter beneficiare delle riduzioni indicate ai punti 1 e 2, i soggetti passivi devono comunicare e attestare il possesso dei requisiti al comune tramite apposita dichiarazione redatta su modello ministeriale.

Per l’anno 2016 la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno 2017.

clicca qui per scaricare la DICHIARAZIONE IMU

clicca qui per scaricare le ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE IMU

SCADENZE IMU 2017

Si ricorda che il prossimo 18 Dicembre scade il termine per il versamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2017.

Il versamento deve essere eseguito a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

TABELLA ALIQUOTE IMU 2017

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/03/2017 sono state deliberate le aliquote IMU con decorrenza dal 2017, che sono rimaste invariate rispetto all'anno precedente ad eccezione dell'aliquota agevolata per gli immobili di categoria catastale C1 (negozi e botteghe) che abbiano i requisiti dettagliati nel link sottoriportato.

clicca qui per conoscere le aliquote

CALCOLATORE IUC

Documentazione associata