Ufficio di riferimento: Ufficio Tributi ed Economato 

Info e Contatti

Descrizione Procedimento

A decorrere dal 1° gennaio 2013, è istituito, in sostituzione della tassa di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani di cui al D.Lgs. 507/1993, il tributo comunale sui rifiuti, a copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa pubblica dal Comune nell’ambito del proprio territorio, ai sensi della vigente normativa ambientale.

Con Delibera di Consiglio in data 10/05/2013 sono stati approvati il piano Finanziario e le tariffe 2013 che, a seguito dell’incremento dei costi di esercizio dovuto in particolar modo all’adeguamento all’indice di inflazione programmata (ISTAT), rispetto all’anno 2012 subiscono un lieve aumento pari al 3% sia per le utenze domestiche che per le utenze speciali.

Sempre con Delibera di Consiglio in data 10/05/2013 è stato approvato il Regolamento Comunale Tares che, poco si discosta dal precedente Regolamento Comunale in vigore sino al 31.12.2012 e disciplina complessivamente il tributo, le modalità di tariffazione e tutti gli adempimenti a carico dei contribuenti, con riferimento agli obblighi dichiarativi e le scadenze di pagamento che suddividono l’ammontare complessivo in tre rate scadenti nei mesi di luglio, settembre e novembre o in rata unica scadente nel mese di settembre.

Nei documenti associati è possibile scaricare il Regolamento Tares e la Delibera di approvazione delle tariffe per l'anno 2013 e la modalità per il versamento.

Requisiti

Il nuovo tributo TARES, non soggetto all’applicazione dell’IVA, è distinto in utenze domestiche e non domestiche si compone da due distinti prelievi:

  • la tassa relativa al servizio di gestione dei rifiuti urbani
  • l’imposta sui servizi indivisibili, che ha preso la forma di maggiorazione da applicare alla tariffa, fissata nella misura standard di 0,30 euro al metro quadrato (quota fissa a favore dello stato per la sola annualità 2013; dal 2014 verrà introitato direttamente dal comune) il cui gettito è destinato a coprire i costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni (sicurezza, strade, illuminazione pubblica ecc.)

Documentazione Necessaria

Moduli TARES (Attivazione, Variazione, Cessazione)

Carta d’identità del dichiarante

Costo

Nessuno.

Normativa

Con l’articolo 14 del D.L. n. 201/11, convertito con modificazioni nella Legge 214/11, il legislatore è intervenuto per riordinare il prelievo sui rifiuti, attraverso l’istituzione di un nuovo tributo destinato ad essere applicato a partire dal 1° gennaio 2013.

Tempistica

La dichiarazione deve essere presentata entro il secondo mese successivo al verificarsi dal fatto che ne determina l’obbligo.

Documentazione associata