C’ERA UNA VOLTA UN FALCO, UNA RANA E UN LUPO

C’era una volta un re, chiamato Tiang VIII, che governava l’antica  Hong Kong, una città della Cina. Un giorno, grazie a una spedizione militare, venne a sapere che nel bosco sacro esistevano tre animali magici, la rana, il lupo e il falco, che avevano comportamenti umani. Essi davano, a chi li avrebbe mangiati, dei poteri straordinari: l’intelligenza, la saggezza e la capacità di volare.
Il re, dopo anni e anni di ricerche, li trovò.

La rana accolse il re nella sua casetta, ma il re con l’inganno la catturò e la portò al castello.
Il falco venne ferito con un’arma da fuoco e invece il lupo fu intrappolato in una gabbia. I tre in prigione, trovandosi nelle segrete del castello, elaborarono un piano per scappare... Quando arrivarono le guardie per portarli dal re, il lupo fece finta di svenire;  il falco disse che se non lo avessero curato subito, il suo amico lupo avrebbe perso i suoi poteri. Il re si allarmò e portò il lupo  e gli altri due animali dai veterinari più bravi del mondo.

I  tre, fuori dal carcere all’ aria aperta, e quindi nel loro terreno di gioco, iniziarono ad aggredire le guardie: il falco riuscì a graffiare gli occhi a una dozzina di guardie, il lupo ruppe le ossa alle guardie rimanenti, mentre la rana ruppe un paio di denti al re.
Il re arrabbiatissimo tornò a Hong Kong e, dopo essersi fatto curare, preparò le truppe e fece persino addestrare i bambini maschi per attaccare, radere al suolo tutto il bosco e uccidere tutti gli animali. Intanto nel bosco un topolino, che girava spesso nel castello, riferì ai tre animali magici l’accaduto. Anche loro addestrarono gli animali e chiamarono le creature più fantastiche del pianeta come il grifone, ippogrifo, il mostro di Loch Ness e il Minotauro.

All’inizio i cinesi di Hong Kong si spaventarono, ma poi con la scoperta del cannone e di un’arma da fuoco che sparava colpi ripetuti in continuazione senza doverla ricaricare ad ogni colpo, si tranquillizzarono. Nella prima battaglia, che durò due giorni, i soldati del re si dimezzarono mentre nell’esercito  degli animali morirono il Minotauro e il mostro di Loch Ness. La battaglia continuò ancora per giorni, i cittadini non ne potevano più. Allora i vecchi saggi stabilirono che uno dei tre animali avrebbe dovuto combattere corpo a corpo contro il re. Decise di farlo la rana. Infine vinse la rana usando l’ astuzia, l’intelligenza e la furbizia. Proclamò come nuovo re un ragazzo, chiamato Yang, a cui vennero dati i tre poteri posseduti dagli animali.

Dal quel giorno ad Hong Kong ci fu pace e benessere, e tutti vissero felici e contenti.