LA SEGNALETICA È STATA POSIZIONATA SUL POSTO

(compresi i 3 pannelli a inizio percorsi, a breve verranno posizionati i cartelli tematici e le storie dei ragazzi del Concorso letterario “SENTIERI di STORIE")

 CONSULTATE QUESTA PAGINA PER GLI AGGIORNAMENTI

INDICAZIONI per i BAMBINI

L'obiettivo dei percorsi ad anello è quello di incentivare le escursioni delle famiglie sul nostro territorio montano, che offre spunti interessanti a livello naturalistico, storico e culturale. I sentieri proposti sono percorribili in genere in tutte le stagioni, con le dovute cautele nella stagione invernale per la possibile presenza di neve o ghiaccio (soprattutto nel tratto del percorso della Rana che si trova sul lato nord del Monte Cavallo).

Per agevolare il cammino dei bambini sono stati disegnati nei contorni dei percorsi le tre simpatica figure del Falco, del Lupo e della Rana (disegni dell'arch. Pietro Ruggeri). L’intenzione è quella di creare delle storie itineranti su questi percorsi ( v . "Concorso letterario “SENTIERI di STORIE” per RAGAZZI" ).

 

SUGGERIMENTO: se avete bambini al seguito potete farli diventare le vostre “guide” lungo il percorso. Grazie ai disegni anche chi non sa ancora leggere può agevolmente indicavi la via da seguire (in genere i bambini si appassionano e si sentono responsabilizzati da questo “importante” ruolo affidatogli, tanto a volte da non sentire nemmeno la fatica del camminare).

 

Il SENSO di PERCORRENZA

Il senso di percorrenza proposto per i percorsi del Falco e del Lupo è quello orario. Questo per permettere di affrontare in salita i tratti comuni un poco più impegnativi. Questo è soprattutto consigliato se all’escursione partecipano anche bambini.

Di conseguenza, per evitare confusione nella segnaletica, il percorso della Rana viene proposto in senso antiorario, in modo da avere la stessa direzione di marcia nei tratti comuni con gli altri percorsi del Lupo e del Falco (nella figura il cartello posto al Canto Basso all’inizio del tratto comune dei tre percorsi).

Ovviamente i tre anelli possono essere percorsi anche in senso contrario rispetto a quello proposto, ma in questo caso le frecce indicano solo la direzione da cui provenite e non quella dove dovete andare. In ogni caso sul posto vi sono anche i normali cartelli di segnavia CAI che vi indicano la direzione della località che volete raggiungere.

Seguendo la direzione proposta ad ogni bivio con altri sentieri CAI o con strade asfaltate, trovate oltre alla normale segnavia CAI, anche un cartello come quello in figura che vi guida lungo il percorso.

 



Il cartello è in grado di darvi diverse informazioni:

  1. la freccia vi indica il senso di marcia proposto e la direzione dove andare.
  2. Il pallino rosso sul contorno della figura  vi indica dove siete in quel momento.
  3. Le località segnate sui cartelli singoli (Olera, Canto Basso, Monte di Nese, Burro) vi danno un'idea approssimativa di dove vi trovate rispetto a tali località.