Acero montano

L’acero montano (Acer pseudoplatanus), a volte conosciuto col nome di sicomoro, è una pianta appartenente alla famiglia delle Aceracee. Facilmente riconoscibile grazie alle sue caratteristiche foglie a 5 punte, l’acero montano è una pianta molto diffusa nelle regioni montane italiane fino alla quota di 2000 metri. Può raggiungere la ragguardevole altezza di 40 metri ma a differenza di altre piante che possono raggiungere questa altezza (faggi, querce) il tronco rimane più snello, misurando poco più di tre metri. Spesso l’acero cresce in associazione proprio con i faggi, oltreché con altre piante come i frassini.
È diffuso in gran parte dell’Europa e del bacino del Mediterraneo, ma lo si può trovare fino al Caucaso. Naturalmente, andando verso nord, la quota massima alla quale possiamo trovare esemplari di questa pianta si abbassa, a causa del freddo. L’Uomo utilizza l’acero per scopi ornamentali, ma il particolare e pregiato legno di questa pianta viene abbondantemente utilizzato dai liutai per fabbricare strumenti musicali, tra cui per esempio i violini.