sassifraga

La sassifraga delle rocce (Saxifraga petraea), detta anche sassifraga dei muri, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Saxifragacee. Si tratta di una pianta erbacea perenne, che può raggiungere i 20 cm di altezza. I suoi fiori sono bianchi e dotati di 5 petali, mentre le sue foglie possiedono una fine peluria allo scopo di diminuire l’evaporazione e crescono al livello del terreno, formando una rosetta. Le sue radici però non sono piantate nella terra vera e propria, in quanto la sassifraga delle rocce, come suggerisce il nome, cresce sfruttando le pietre come sostegno, infilandosi nelle loro crepe. Infatti questa pianta è tipica degli habitat alpini e sub-artici e difficilmente la si può trovare al di fuori della fascia temperata dell’emisfero Nord. Necessita di temperature fresche e di umidità, dal momento che dallo scarso suolo che trova sulle rocce non trae molto nutrimento, e preferisce crescere in un ambiente con pH neutro o leggermente alcalino.
Il suo nome alternativo è dovuto al fatto che questa pianta cresce spontaneamente anche sui muretti in pietra costruiti dall’Uomo tuttavia, a causa dell’abbandono di queste costruzioni, la sassifraga delle rocce sta diventando sempre più rara.