gufo reale

Il gufo reale (Bubo bubo) è un rapace strigiforme dalle dimensioni imponenti: è alto fino a 80 cm e possiede un’apertura alare che arriva anche ai 2 metri, tuttavia pesa solo qualche kg e le sue forme sono tozze. Le femmine sono leggermente più grandi dei maschi, tuttavia non si riscontrano altre differenze morfologiche rilevanti tra i due sessi. Il piumaggio è generalmente di colore bruno e presenta svariate striature di colore più scuro. Possiede occhi di colore arancione o giallo e delle penne erette sul capo. Essendo un rapace, è dotato di zampe artigliate e di becco ricurvo, con i quali cattura le sue prede. Si nutre di mammiferi (dai conigli ai piccoli di cervo) e di altri uccelli (polli, fagiani, altri rapaci più piccoli), inghiottendo le prede più piccole per intero e rigurgitandone le parti indigeste.
A differenza della credenza popolare, il gufo reale non è un animale prevalentemente notturno, in quanto esce dal nido solo in occasione del tramonto e dell’alba per cacciare. Il resto delle ore le passa al sicuro nel nido, dal quale emette di tanto in tanto il suo inconfondibile verso. Il nido viene costruito nelle cavità degli alberi o delle rocce, generalmente in zone in cui non è presente l’uomo. Tuttavia, se messo alle strette, il gufo reale può trovare rifugio anche nelle piante dei parchi cittadini o nelle cavità dei muri di vecchie case. È diffuso largamente in Europa ed Asia, ad eccezione delle isole più lontane dal continente (isole Britanniche, Sardegna…) e delle latitudini più fredde. Attualmente il pericolo maggiore che deve affrontare è costituito dai cavi aerei dell’alta tensione, contro i quali rischia di schiantarsi durante il volo notturno, ma per il resto non è particolarmente minacciato d’estinzione.