Lupo

Il lupo (Canis lupus) è un mammifero della famiglia dei Canidi, molto noto a livello popolare per la sua presenza nel folklore e nella nostra Storia. Lungo fino a un metro e mezzo, con il manto dal colore variabile tra il marrone e il grigio, deve il suo ruolo di superpredatore più alle sue elevate abilità sociali che alle sue armi naturali (zanne e artigli). I lupi si riuniscono in branchi di circa una decina di individui e formano una sorta di comunità, nella quale le decisioni vengono prese da una coppia formata da un maschio e una femmina, detti individui alfa. Queste coppie sono tendenzialmente monogame e sono l’unica coppia del branco a potersi riprodurre (nonostante possano nascere anche cuccioli “extraconiugali”). Hanno un ruolo attivo durante la caccia, in particolare nella coordinazione tattica degli altri individui, cosa che permette al branco di poter uccidere prede anche molto grandi. Le prede preferite sono grossi erbivori finché alla caccia partecipa tutto il branco, mentre individui isolati si concentrano animali di piccola taglia.
Attualmente il lupo è una specie minacciata d’estinzione, a causa della difficile convivenza con l’uomo. Essendo un carnivoro, è sempre stato visto come minaccia, sia per le persone che per gli animali d’allevamento e per questo motivo, è stato cacciato e ucciso, fino a causarne quasi la scomparsa. In Italia al giorno d’oggi sono presenti meno di un migliaio di lupi (della sottospecie Canis lupus italicus), diffusi unicamente sugli Appennini e sulle Alpi confinanti con la Francia. Attualmente, grazie a nuove leggi e a una maggior consapevolezza del loro valore ambientale, il loro numero sta lentamente crescendo. Nel resto del Paese, incluso il nostro territorio, il lupo non è più presente.